La freccia è scoccata! E chi la ferma più?

Oggi a Milano, Como, Lecco, Brescia e Lodi abbiamo rivendicato una scuola diversa, una #scuoladelfuturo.

🗣️Nonostante la pioggia, abbiamo riempito di significato le piazze lombarde chiedendo a gran voce una legge regionale sul #dirittoallostudio.

La regione si rifiuta di rispondere alle accuse che le abbiamo rivolto, non è pensabile che nella nostra regione la maggior parte dei soldi destinati al diritto allo studio vadano nelle tasche delle scuole paritarie. Stiamo parlando di oltre il 70% dei fondi totali vanno nelle tasche di chi già si può permettere di garantire un istruzione ai propri figli.

Rivendichiamo una scuola che sia realmente gratuita e accessibile a tutte e tutti. Il diritto allo studio pensiamo che debba essere garantito sia con reddito diretto tramite borse di studio sia con reddito indiretto tramite l’accesso gratuito a musei, teatri e cinema.

🙌Ci siamo ribellati – e ci ribelleremo – al modello di scuola attuale, perché vogliamo scuole inclusive, indipendenti, fondate sulle persone e non sul profitto o la competitività.

Siamo stanchi del ruolo di subalternità della scuola nei confronti del mercato. Non può essere la logica di mercato a determinare il sistema educativo, non è accettabile che noi studenti e studentesse veniamo educati non ad una coscienza critica ma ad adattarci allo status quo.

Rivendichiamo dunque una maggior centralità dello studente nel determinare anche le modalità didattiche all’interno della scuola, proponiamo così la creazione di commissioni paritetiche composte da metà studenti e metà docenti che abbiano il compito di determinare e vigilare i percorsi di alternanza scuola lavoro oltre che riflettere su nuove modalità didattiche alternative alle lezioni frontali.

🌍Scenderemo in piazza anche il 29 Novembre con Ffflombardia, ribaltiamo il sistema d’istruzione attuale!

✊Non ci fermeremo finché non vinceremo.